Servizi Offerti

Scarica brochure in Formato PDF

 

La collaborazione con lo Studio Geologico Zullo è particolarmente indicata per le imprese e gli operatori del settore edile ed ambientale, che richiedono sempre più spesso indagini geologiche. Lo studio offre servizi di consulenza e supporto tecnico nei vari settori dalla geologia applicata alle costruzioni, al territorio e all’ambiente 

 

 

GEOLOGIA TECNICA

  • Direzione e assistenza in cantieri;

  • Esecuzione di prove penetrometriche statiche (CPT, CPTE, CPTU) e dinamiche (DPSH), sondaggi a carotaggio continuo superficiali e profondi, prove in foro: SPT (Standard Penetration Test), prove di permeabilità, Vane Test, prove pressiometriche, prove dilatometriche, prove di laboratorio;

  • Predisposizione di sistemi integrati di monitoraggio;

  • Relazioni geologiche e geotecniche per la verifica delle fondazioni di edifici e della stabilità dei versanti naturali ed artificiali;

  • Direzione lavori per l’attività estrattiva;

  • Servizi di rilevamento geologico e geomorfologico per fornire l’adeguata cartografia rappresentante le le varie litologie, i tipi di terreno e di depositi presenti nelle aree in esame.

  • Studi per la classificazione e caratterizzazione degli ammassi rocciosi al fine dell’analisi di stabilità di fronti di scavo e versanti naturali, della loro possibile evoluzione a lungo termine e infine del possibile impatto ambientale in termini di rischio;

  • Determinazione delle caratteristiche fisiche e meccaniche dei materiali tramite laboratorio accreditato di fiducia;

  • Controllo tecnico nei processi costruttivi: attività di consulenza geologica durante la realizzazione di opere edili, o di loro elementi, al fine di contribuire alla riduzione dei rischi tecnici e di fornire pareri in merito ai rischi residui;

  • Validazione di progetto: supporto geologico nella verifica della conformità di un progetto alla normativa vigente e della conseguente appaltabilità prima della procedura di affidamento dei lavori da parte della Stazione Appaltante.

 INGEGNERIA GEOMATICA

  • Uso di software GIS applicati alla pianificazione territoriale, all’analisi geostatistica, all’analisi spaziale, alla modellazione 3D, all’analisi di reti infrastrutturali, alla creazione di geo-database per la raccolta e l’organizzazione delle informazioni, alla creazione di carte geologiche e tematiche

  • Modellazione numerica (software alle differenze finite) dell’evoluzione dei pendii naturali e artificiali, caratterizzati da instabilità superficiali e profonde. Studio dei meccanismi di innesco dei movimenti franosi;

  • Modellazione numerica dei terreni di fondazione;

  • Analisi di stabilità dei versanti mediante software all’equilibrio limite.

 TELERILEVAMENTO

  • Tramite Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (SAPR o “droni”) muniti di sensori ottici, termici, multi-spettrali o chimici, in differenti contesti

  • Verifica dello stato avanzamento lavori nei cantieri,

  • Monitoraggio discariche;

  • Monitoraggio di cave e siti estrattivi;

  • Supporto alle tematiche ambientali;

  • Individuazione situazioni abusivismo edilizio;

  • Monitoraggio dell’uso del suolo;

  • Monitoraggio aree in frana;

  • Analisi dei fronti di scavo;

  • Monitoraggio di argini, corsi d’acqua e bacini;

  • Monitoraggio di spiagge e lidi;

  • Analisi termiche e multispettrali;

  • Monitoraggio qualità dell’aria: valutazione di temperatura, umidità, pressione atmosferica e capacità di individuare fino a 14 tipi di GAS. 

  • Tracciamento di carte geografiche;

  • Monitoraggio di fenomeni franosi;

  • Studio dei processi di subsidenza;

  • Analisi dei movimenti tettonici;

  • Monitoraggio dell’attività vulcanica;

CONSULENZE TECNICHE LEGALI

  • Consulenze tecniche di parte all’interno di processi sia civili sia penali.

GEOLOGIA AMBIENTALE

  • Progettazione di piani di caratterizzazione di siti potenzialmente contaminati mediante indagini geognostiche e campionamento delle matrici ambientali (terreni e acque di falda);

  • Analisi di Rischio (D.Lgs 152/06) per la stima dei fattori di rischio e la valutazione dello stato di contaminazione di un sito;

  • Pianificazione di interventi di bonifica e di riqualificazione dei siti contaminati;

  • Formazione LPS (Loss Prevention System) e Safety Passport 2017 per seguire attività di supervisione ambientale all’interno di punti vendita carburante;

  • Accertamenti della qualità ambientale nell’ambito della demolizione di punti vendita carburante;

  • Attività di monitoraggio e controllo nelle fasi di costruzione di opere infrastrutturali con funzioni di Ispettore Ambientale a supporto della Direzione Lavori con compiti di sorveglianza dei lavori in conformità alle prescrizioni contenute nel CSA;

  • Due Diligence ambientale (fase I e II): indagini volte a individuare eventuali passività ambientali e conseguenti situazioni di rischio finanziario nell’acquisto di una data società legato al mancato rispetto della normativa ambientale vigente;

  • Terre e Rocce da scavo: gestione delle TRS ai sensi del DM 161/2012 e della L. 98/2013.

 GEOFISICA & TOPOGRAFIA

  • Caratterizzazione sismica dei terreni (a fini edilizi e di pianificazione territoriale) attraverso l’utilizzo di sismografi Individuazione di corpi sepolti, di reti di sottoservizi in funzione dell’esecuzione di scavi attraverso l’utilizzo di sistemi GPR (Ground Penetrating Radar);     

  • Individuazione di sorgenti inquinanti e la diffusione nel sottosuolo di sostanze chimiche attraverso l’utilizzo di tecniche geoelettriche e magnetometriche;

  • Rilievi topografici di precisione utilizzando dispositivi GPS;

  • Fornitura di reti di inquadramento (coordinate dei punti rilevati nel sistema di riferimento desiderato) per la georeferenziazione dei dati e/o immagini acquisiti con altre tecniche di rilievo

  • Verifica della sicurezza sismica degli edifici: supporto geologico nella valutazione dell’affidabilità sismica delle costruzioni in muratura e cemento armato esistenti.

 IDROLOGIA E IDROGEOLOGIA

  • Studi idrogeologici del sistema acquifero poroso  

  • Valutazione della vulnerabilità specifica dell’acquifero freatico e redazione di carte della vulnerabilità in ambiente CAD e GIS

  • Progettazione e consulenza pozzi

  • Redazione istanza di concessione e relazioni tecniche per pozzi e derivazioni superficiali

  • Studi su efficienza e produttività di pozzi - Valutazione dei parametri idrogeologici -

  • Progettazione e consulenza piezometri

  • Gestione ed ottimizzazione dello sfruttamento delle risorse idriche

  • Progettazione interventi di manutenzione e ripristino pozzi

  • Progettazione interventi di chiusura parziale, totale e messa in sicurezza definitiva di pozzi

  • Delimitazione delle fasce di rispetto e di tutela delle opere di captazione ad uso idropotabile

  • Progettazione e dimensionamento opere di dispersione negli strati superficiali del suolo(subirrigazione) - Studi di fattibilità a supporto di impianti di mini-idroelettrico

 PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E PROTEZIONE CIVILE

  •  Studi geologici di supporto a Piani di Governo del Territorio comunali e loro varianti

  • Redazione di carte tematiche e geo-ambientali a supporto della pianificazione

  • Individuazione e delimitazione di centri di pericolosità geologica (rischio idraulico e idrogeologico)

  • Valutazioni d’impatto ambientale e studi di impatto ambientale per interventi sul territorio

  • Studi ed analisi per la definizione e regolamentazione dei reticolo idrici minori

  • Piani cimiteriali

  • Pianificazione d’emergenza di protezione civile per situazioni di rischio a livello comunale ed intercomunale (rischio idrogeologico e sismico)

Verifiche compatibilità idrogeologica

Vengono curati  direttamente gli studi per le pratiche di svincolo idrogeologico ai sensi e per gli effetti della direttiva in materia di parere di compatibilità degli interventi sul territorio e del Piano Stralcio per l'Assetto Idrogeologico redatto dalle Autorità di Bacino competenti territorialmente. Sulla base di elementi quali l’intensità, la probabilità di accadimento di un evento, il danno e la vulnerabilità, le aree perimetrate sono state così suddivise:

  • Aree a rischio idrogeologico molto elevato (R4) ;

  • Aree di alta attenzione (A4) ;

  • Aree a rischio idrogeologico potenzialmente alto (Rpa) ;

  • Aree di attenzione potenzialmente alta (Apa) ;

  • Aree a rischio idrogeologico elevato (R3) ;

  • Aree di medio - alta attenzione (A3) ;

  • Aree a rischio idrogeologico medio (R2);

  • Aree di media attenzione (A2) ;

  • Aree a rischio idrogeologico moderato (R1) ;

  • Aree di moderata attenzione (A1) ;

  • Aree a rischio idrogeologico potenzialmente basso (Rpb);

  • Aree di attenzione potenzialmente bassa (Apb) ;

  • Aree di possibile ampliamento (C1);

  • Aree di versante (C2);

  • Aree inondabili da fenomeni di sovralluvionamento

Infatti tutti i progetti relativi agli interventi che fanno eccezione ai divieti nelle zone a rischio, devono essere corredati da uno studio di compatibilità idrogeologica commisurato alla rispettiva importanza e dimensione degli stessi.

Lo studio di compatibilità idrogeologica deve essere, inoltre, commisurato alla fase di progettazione di cui alla legge 109/94 e s.m.i.. Il citato studio di compatibilità, comunque, non sostituisce la valutazione di impatto ambientale, gli studi e gli atti istruttori di qualunque tipo richiesti al soggetto promotore dalla normativa vigente. Lo studio dovrà dimostrare la compatibilità del progetto con quanto previsto dal presente piano stralcio, dalle norme di attuazione e dalle misure di salvaguardia; che le realizzazioni garantiscano, secondo le caratteristiche e le necessità relative a ciascuna fattispecie, la sicurezza del territorio in coerenza con quanto disposto all’art. 31 lettera c) della legge n.183/89 sulla base dei tre criteri: “incolumità delle popolazioni, danno incombente, organica sistemazione”. La compatibilità idrogeologica deve essere verificata in funzione dei dissesti che interessano le aree a rischio idrogeologico come individuate dal presente Piano Stralcio; stimata in base alla definizione ed alla descrizione puntuale delle interferenze tra i dissesti idrogeologici individuati e le destinazioni o le trasformazioni d’uso del suolo attuali o progettate; valutata confrontando gli interventi proposti con l’individuazione del rischio operata dal presente piano stralcio e con gli effetti sull’ambiente.